Clorophilla Green Lab – Rassegna sulla Sostenibilità e il Riuso

Remanence is WonderFood
Mercoledì 25 Maggio ore 20,00

Cena con i piatti creati dalla chef Laura Belli per scoprire modi nuovi e fantasiosi di utilizzare gli avanzi come ingredienti.

Il menu di Clorophilla
disponibile anche Gluten Free

  • Naturale e naturale: Aperitivo d’introduzione con vino naturale, bruschetta di coniglio Verde della Tuscia con carote disidratate e bucce di patate
  • Acqua di cottura… cacio e fagioli – L’acqua come ingrediente sottovalutato. Vellutata di fagioli in crosta di formaggio
  • Anche la foglia è frutto – Tagliolini al pesto di foglie di sedano e carote
  • Custodie… Parmigiana di baccelli di fava e basilico
  • Quello che… nella macedonia non c’è con meringa

Quota di partecipazione: € 30,00

Parte della somma pagata da ogni ospite per la cena sarà destinata al sostegno della Rassegna.

Menu bambini – € 15,00
√ Bruschetta di coniglio Verde della Tuscia con carote disidratate e bucce di patate
√ Tagliolini al pesto di foglie di sedano e carote
√ Ghiacciolo

Prenota un tavolo e partecipa anche tu al Clorophilla Green Lab!

  • GG slash MM slash AAAA

Clorophilla Green Lab Itinerante è la Rassegna sulla sostenibilità e il riuso per adulti e bambini che si svolge a Viterbo negli ultimi due fine settimana di maggio.

La Clorophilla è una sostanza presente in tutto il mondo vegetale. E’ proprio la Clorophilla che dà alle foglie il colore verde e con un meccanismo delicato porta l’energia del sole all’ambiente, perché le piante possano vivere.

Incontri, eventi, mostre, mercatini di scambio, dibattiti, teatro per i più piccoli, percorsi e laboratori.
Due fine settimana in cui Viterbo diventa un Green Lab di eventi rivolti ai bimbi ed ai loro genitori, adolescenti, giovani ed adulti, itineranti nella città di Viterbo, per conoscere, divertirsi e condividere esperienze sulla sostenibilità e il riuso, promuovendo così l’assunzione di stili di vita più responsabili e comportamenti nuovi.

Clorophilla Green Lab Itinerante vuole riscoprire il legame profondo che c’è tra noi e l’ambiente e riattivare la bellissima rete di scambio. per trasformare il senso del dovere in senso del piacere.