Festa di San Giuseppe ai Giardini di Ararat

Abbiamo curiosato nella tradizione enogastronomica italiana in occasione della festa di San Giuseppe e abbiamo trovato prelibatezze che non potevamo farci scappare.

“… tra le famiglie più devote, il Santo non viene solo celebrato, ma addirittura impersonato da uno dei commensali durante un pasto che segue un rituale ben preciso: quello delle Tavole di San Giuseppe. Usanza vuole che venga preparato un abbondante banchetto, al quale devono essere invitati almeno 3 commensali, fino ad un massimo di 13. I numeri, chiaramente, non sono casuali: il trio simboleggia la presenza di Gesù, Giuseppe e Maria; i 13, invece, rimandano ai componenti dell’ultima cena.

Nella sua versione ortodossa, la tradizione prevede che vengano preparate 13 pietanze per ciascun santo, per un totale di 169 piatti, tra cui gli immancabili massa e ciciri (pasta e ceci), la verdura lessa, la pasta col miele, il pesce fritto e le cosìddette favenette (crema di fave) con pane fritto, e i tortini, ovvero pani a forma di ciambella.

Abbiamo scelto per voi un menù che racconta la festa del papà sulle tavole degli italiani, una degustazione tra i saperi e i sapori di un’ Italia storica che non possiamo dimenticare.
Un tour italiano quindi che non può non finire nella Tuscia con le frittelle di San Giuseppe nel piatto.

Prenota un tavolo per la Festa del papà

  • Prezzo: 15,00 €