La Susianella: il salume tradizionale di Viterbo

Nella nostra rubrica dedicata ai prodotti Slow Food non poteva mancare la Susianella. Si tratta di un salume tipico del viterbese che si presenta con la riconoscibile forma arcata a ferro di cavallo. Un salume tramandato dagli antichi etruschi che presenta ancora oggi tutti gli ingredienti tradizionali.

La storia della Susianella

 

Le origini di questo nobile prodotto della norcineria del centro Italia sono antichissime. Anche se ci sono differenti teorie, ipotesi e segreti sulle sue origini, quasi certamente la nascita del prodotto è da collocare storicamente all’epoca etrusca. Il nome della Susianella è cresciuto sempre di più nel Medioevo per poi subire un lento declino fino a giorni nostri per un profondo cambiamento dei gusti alimentari. Oggi a vantare il gusto tradizionale e tipico sono solamente pochissimi prodotti realizzati in zona da allevatori locali. Questi artigiani oltre a possedere i segreti della produzione originaria hanno la possibilità di tenere sotto controllo il prodotto durante tutta la fase di produzione.

 

La possibilità di controllare la filiera corta permette ai produttori locali di verificare con mano che la lavorazione del salume non subisca modifiche strutturali per essere più attraente sul mercato. La “autenticità” conferisce all’alimento il riconoscimento Slow Food.

susianella

La produzione

 

Il salume viene realizzato dalla macinatura di frattaglie, in particolare di: cuore, fegato, pancreas, pancetta e guanciale provenienti dai suini che raggiungono un peso di al massimo 160 kg. Le interiora vengono macinate grossolanamente e successivamente condite con sale, pepe, peperoncino, finocchio selvatico e altre spezie variabili. Il composto viene inserito all’interno di un budello naturale di suino e successivamente legato a mano.

Il prodotto viene lasciato a stagionare dai venti giorni ai sei mesi, passando da un colore rosa scuro ad uno marrone chiaro. Questa fase è estremamente importante perché oltre questo periodo temporale il sapore che si otterrebbe sarebbe estremamente forte.

La produzione della Susianella viterbese avviene nei mesi invernali ma è reperibile sul mercato per tutto l’anno. Nonostante il colore scuro e gli elementi in essa contenuti potrebbero far pensare il contrario, questo insaccato rimane leggero e gustoso, presenta delicati aromi di fegato armonizzati dagli odori di vino e spezie. Il suo sapore intenso e deciso viene allietato da un retrogusto piccante di cioccolato e sottobosco.

La Susianella ai Giardini di Ararat

 

Nel nostro agriturismo, I Giardini di Ararat, potrete assaporare diversi piatti tipici locali legati all’offerta stagionale. Come un’azienda agrituristica che si rispetti, infatti, la nostra offerta dipende direttamente da quella della natura. Vieni ad assaggiare la Susianella Viterbese, la puoi abbinare perfettamente con un buon bicchiere di vino della Tuscia e agli altri affettati locali. Puoi degustarla prima di concederti un piatto tipico locale oppure puoi fare un pranzo a base di degustazione Slow Food ed assaggiare i nostri Stracci al Vino Di Vignanello in salsa di cipolle rosse listarelle di Susianella Presidio Slow Food e Toma reale.

 

Prenota Qui il tuo tavolo!!!