Matrimonio nel bosco di castagni con rito civile

 

L’agriturismo I Giardini di Ararat, è la soluzione ideale per vivere una giornata speciale, che resterà per sempre nel tuo cuore, in quello del tuo partner e di tutti i tuoi ospiti. Una location per matrimoni a Viterbo davvero suggestiva, con un ampio bosco di castagni e un panorama unico.

 

Esiste luogo più magico di un bosco?

 

Una cerimonia nascosta tra gli alberi, un luogo favolosamente riservato e appartato? Per il vostro giorno speciale godrete dell’uso esclusivo del nostro unico castagneto immerso nel cuore dei monti Cimini. Sposarsi nel bosco, immergersi nel verde e sentire la natura attraverso tutti i sensi è il modo migliore per ritrovare la bellezza della vita. All’ombra del nostro bosco di castagni ti senti semplicemente bene e a tuo agio, esso ti trasmette sicurezza e sai perfettamente qual’è il tuo posto nel mondo.

 

Ad ogni matrimonio facciamo tutto il possibile creare un luogo romantico, ogni allestimento è pensato per rendere memorabile questo giorno per voi e le vostre famiglie.

Affidandoti a noi, potrai celebrare le tue nozze in uno spazio accogliente, naturale e incantato; una vera oasi di tranquillità che saprà regalare un’atmosfera piacevole, calorosa e rilassante a te e ai tuoi invitati. Che tu preferisca uno stile boho, country, shabby oppure folk, il nostro castagneto sarà la cornice perfetta per il “sì” più importante della tua vita!

Il Bosco dei Castagni

Allestimenti matrimonio

Un esempio delle letture durante la cerimonia civile

 

Il Matrimonio

 

  • Allora nuovamente parló Almitra, e domandó: Che cos’è il Matrimonio, o Maestro?

 

  • Ed egli rispose dicendo: voi siete nati insieme e insieme starete per sempre. [….] Amatevi l’un ’altra, ma non fatene una prigione d’amore: piuttosto vi sia tra le rive delle vostre anime un moto di mare. Riempitevi a vicenda le coppe, ma non bevete da una coppa sola. Datevi cibo a vicenda, ma non mangiate dello stesso pane. Cantate e danzate insieme e siate giocondi, ma ognuno di voi sia solo,come sole sono le corde del liuto, sebbene vibrino di una musica uguale. Datevi il cuore, ma l’uno non sia rifugio all’altro. Poichè soltanto la mano della Vita può contenere i vostri cuori. Ergetevi insieme, ma non troppo vicini: poi che il tempio ha colonne distanti,e la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro.
Tratto da “Il profeta” di Gibran Kahlil Gibran ed. TEA

Contattaci per informazioni e per un preventivo pensato esclusivamente per te